Cerca
  • caroamicomio

Piccolo cane, GRANDE responsabilità

Aggiornato il: 29 apr 2019


Ciao a tutti ! Parliamo oggi dei cuccioli. Chi non gli ama? Quelli che ogni volta che gli guardiamo diciamo : - Ma come è bellino ! -

I cuccioli sono davvero adorabili di qualunque razza, ma la vita di un cucciolo la conosciamo davvero? Quanto può influire sul loro comportamento da adulto?

Avete mai detto o sentito le frasi del tipo “era in canile, ma a 4 mesi è stato adottato .... cosa vuoi che si ricordi?” Quando accogliamo con noi in casa un cucciolo è importante sapere le varie fasi di crescita che attraversa, perché ricordiamo :

piccolo cane, GRANDE responsabilità !

Passiamo alla parte teorica del nostro articolo, poi cercheremo di metterla in pratica.



Lo sviluppo del comportamento del cucciolo va di pari passo con lo sviluppo del sistema nervoso, anche se quest’ultimo disponga del potenziale necessario a realizzare tantissime interconnessioni sinaptiche (che vengono determinate geneticamente), la graduale esposizione agli stimoli (ciò che accade intorno a loro) selezionerà le connessioni più importanti , lasciando atrofizzare altre potenzialità.

Quando queste sinapsi stimolate vengono attivate saranno stabilizzate verranno stabilizzate anche tutte le emozioni, le sensazioni, i processi cognitivi e gli schemi comportamentali correlati.

Ci sarebbe da dire davvero tanto sulle fasi di sviluppo di un cucciolo ma vi parlerò in breve per avere un idea ....

Fasi dello sviluppo comportamentali :

- periodo prenatale (-63gg; 0gg) - periodo neonatale (0gg - 14gg)

-  periodo di transizione (14gg - 21gg)

-  periodo di socializzazione (21gg - 3mesi)

-  periodo giovanile (3mesi - pubertà)

Periodo prenatale

Anche se purtroppo viene trascurato, la qualità di vita della madre e la gestione della gestazione ( scusate il rigiro di parole ndr.) si ripercuotono sullo sviluppo comportamentale dei cuccioli. Facciamo un esempio, se esponiamo la madre ad un’ improvvisa detonazione di scacciacani a distanza ravvicinata al 45° giorno di gestazione da un riscontro ecografico si noterà che tanto più intensa e violenta è la reazione della madre, quanto più prolungato l’alterazione dello stato dei cuccioli, quindi stress acuti nella madre durante la gravidanza si ripercuotono sullo stato emotivo dei cuccioli anche dopo la nascita, questo favorisce maggiore predisposizione a sviluppare disturbi comportamentali.

È importante preservare la madre da stress acuti mantenendola in un ambiente tranquillo e conosciuto.

Periodo neonatale

In questo periodo, che va dal giorno della nascita al 14° giorno di vita, il cucciolo è totalmente dipendente dalla madre; dei 5 sensi, la vista e l’udito sono assenti mentre sono presenti olfatto tatto e gusto. Non essendo in grado di termoregolarizzarsi è la madre a fornire il calore giusto.

In questo periodo il cucciolo non e' neanche autonomo sul piano motorio e non e' in grado nemmeno di sollevarsi sulle zampe. Il solo modo per spostarsi e' la reptazione, ossia strisciare. Dorme per oltre il 90% della giornata , i momenti di veglia sono quasi interamente dedicati alla poppata (ogni 3-4 h)

In questa fase le strutture nervose che permettono di capire quando la vescica e il retto sono pieni - provocando defecazione e minzione - ( specifichiamo che non sono ancora funzionanti ) , così è la madre che provvedere stimolando la regione del perineo (tra l'ano e l'apparato genitale).

Fino a 1 mese di età il cucciolo fa i bisogni solo ogni volta che viene stimolata la regione perineale.

Periodo di transizione

Questo periodo, che va dal 14esimo giorno al 21esimo, è caratterizzato dalla completa maturazione del sistema nervoso centrale e dall’apertura al mondo

esterno :

- L’apertura degli occhi all’inizio del periodo,

- Miglioramento dell’udito,

- Rapido miglioramento delle capacità motorie e di coordinazione che lo

rendono in grado di camminare e muovere la testa,

- Le corde vocali cominciano a strutturarsi così che compaiono i primi uggiolii e ringhi differenziati a seconda del messaggio che si vuole inviare.

Divenendo così una forma di comunicazione.

Alla fine di questa fase il cucciolo comincia ad assumere alimenti dalla ciotola e la defecazione e l’urinazione sono soggetti a controllo volontario.

Aumentano i momenti di gioco.

Feromoni di appagamento, prodotti dalla madre dalle ghiandole del solco intermammario, stimoli visivi, olfattivi, tattili, uditivi permettono di identificarla come figura di riferimento che non risponde più solo alle necessità fisiche ma, soprattutto, psichiche e per il cucciolo diventa una BASE

SICURA.

Il contatto tranquillizzante è alla base del legame affettivo madre-cuccioli ed è molto più importante del fatto che essa sia fonte di cibo e calore (Pageat,

1999).

Il contatto sociale diventa un elemento motivante per il comportamento.

Il cucciolo mette in atto una logica di esplorazione attiva del mondo e di

acquisizione di indipendenza.

Periodo di socializzazione

Questa fase è molto importante per il futuro del cucciolo : una buona

socializzazione renderà il cucciolo un cane adulto equilibrato.



Lo sviluppo del sistema nervoso giunge a completamento, inizia a comprendere l’ambiente che lo circonda e ad avere reazioni appropriate agli

stimoli.

Riesce a comunicare attraverso 4 sensi (tatto, olfatto, udito e vista), grazie alla

postura può mettere in atto i segnali sociali; come ad esempio scodinzolare.

Il cane è un animale sociale, la vita di gruppo presuppone l’accettazione ed il rispetto di regole gerarchiche. Questo avviene in due fasi sia gerarchia alimentare (con lo svezzamento) che sociale (rottura del legame di attaccamento alla madre). Il distacco permette al cucciolo di rompere il

legame con la madre per integrarsi nel gruppo sociale .

Un buon distacco è generato da un buon attaccamento alla madre.

Periodo giovanile

In questa fase il cucciolo diventa adolescente.

Questo è il momento più opportuno (se non abbiamo ancora iniziato) per l’educazione di base anche con l’aiuto di istruttori cinofili in grado di fornire i

giusti strumenti per facilitare al proprietario e al cane questo momento.

Il cane affina sempre di più le sue capacità motorie e gli schemi

comportamentali, aumenta la voglia di esplorare.

*Fonte del materiale: D.ssa Polini e gentlesteplabrador.it


Siamo giunti anche oggi alla fine del nostro articolo, spero che vi sia piaciuto.

Se avete domande da farmi non esitate a contattarmi, vi risponderò il prima

possibile.

Se vi fa condividetelo con i vostri amici. Ci vediamo al prossimo articolo!


23 visualizzazioni

Follow Us on Instagram:

SEGUIMI SU INSTAGRAM
  • Instagram - White Circle
@caroamicomioblog

©2019 Design by Asia Diversi.
Social media Manager

  • Black Instagram Icon